Arrow Left Reclutamento dei pazienti

Reclutamento dei pazienti in PD-MIND

Come e perché 

Il continuo e precoce reclutamento di pazienti nei trial clinici è fondamentale per la creazione e il lancio di nuove terapie, al giorno d’oggi. Il reclutamento precoce non solo migliora la qualità delle ricerche scientifiche, rendendole più vantaggiose in termini di costi e di efficacia, ma trae anche vantaggio e spunto dal punto di vista dei pazienti, migliorandone la qualità della partecipazione attraverso un bilancio fra gli obiettivi scientifici e quelli personali.  

Il contatto con le associazioni dei pazienti è un modo per coinvolgere gli stessi nell’intero processo, dallo sviluppo alla commercializzazione dei nuovi prodotti. Il coinvolgimento di questi gruppi assicura così sia una adeguata informazione per possibili futuri partecipanti, ma anche un aiuto, per Centri che si occupano di trial clinici, nella costruzione di solide comunità di pazienti.  

Il reclutamento di persone affette da Malattia di Parkinson (PD) può contribuire significativamente al successo dello studio PD-MIND. Abbiamo perciò già incluso, nel nostro progetto, pazienti con PD attraverso il Norges Parkinsonforbund (Norwegian Parkinson’s Disease Association, NPF). Il NPF coordinerà i contatti con i pazienti attraverso varie associazioni europee di pazienti. 

La voce dei pazienti 

Il tuo contributo alla ricerca sulla Malattia di Parkinson è inestimabile. Molti progetti di ricerca presentano serie difficoltà nel reclutamento di un adeguato numero di partecipanti. È senz’altro nostro primario interesse che quanta più ricerca possibile venga condotta in questo campo, per trovare terapie sempre migliori, o una cura.

Trine Corneliussen, paziente affetta da PD

Associazioni dei pazienti 

Un’associazione di pazienti affetti da Malattia di Parkinson lavora per coloro i quali convivono con questa malattia e possiede la capacità, la conoscenza e l’esperienza di fornire consiglio e guida su tutti gli aspetti di questa condizione.  

Sentiti libero/a di contattare le associazioni di pazienti coinvolte in questo progetto:

Share this page…